Area feste: ora si può fare

In questi anni si è parlato molto di quest’area che ha un gran potenziale e che è una cerniera tra centro storico e Parco Reale. Serviva però un intervento straordinario di Brianza Acque (l’area era soggetta ad allagamenti), a questo punto si può dare corso al progetto.
Farlo prima avrebbe voluto dire fare e disfare (buttando parecchio denaro pubblico), mi piace ricordarlo a chi ha fatto demagogia su questo tema.

Il punto di partenza della riflessione è che quest’area, progettata oltre 30 anni fa, ovviamente, deve essere declinata secondo le esigenze attuali e cambiandone anche il nome.

Rendere uno spazio nel centro del paese il fulcro di ogni festa con concerti come usano le nostre associazioni, pone evidentemente un problema rilevante per i residenti, per questo abbiamo pensato ad altre soluzioni che portino equilibrio tra vitalità e quiete:

  • La vogliamo come un luogo intergenerazionale, dove possano convivere bambini, ragazzi, adulti ed anziani.
  • Un parco giochi per bambini, attrezzato ed inclusivo, ove possano giocare in sicurezza e spensieratezza.
  • Valorizzeremo il playground di basket esistente, perché negli anni é divenuto un punto di riferimento per i ragazzi amanti di questo sport; ne penseremo un ulteriore definendolo con i giovani.
  • Allestiremo una parte dell’area con attrezzi per attività sportiva includendola tra le tappe di un percorso d’allenamento cardio-fitness che collegherà i parchi cittadini con il Parco Reale. Un percorso circolare liberamente accessibile da ogni punto sotto casa.
  • Doteremo l’area di spazi anche per i meno giovani, come per esempio una scacchiera gigante, ove ai giocatori si unisce la curiosità, la critica e la compagnia di chi li guarda: in una parola, socializzazione. Immaginiamo questo spazio all’interno di un piccolo anfiteatro naturale, che possa all’occorrenza essere utilizzabile per incontri culturali come un cabaret, la presentazione di un libro o l’esibizione musicale di un’artista.
  • Prevederemo uno spazio di servizio: un chiosco con tavolini per un aperitivo, un gelato e per giocare a carte o leggere il giornale: un presidio dell’area che la valorizzi ed allo stesso tempo la sorvegli e ne organizzi l’attività.
  • Indiremo una richiesta di manifestazione d’interesse per la sua gestione, mantenendone forte l’interesse pubblico, la fruibilità e la gratuità dell’area.
  • Ovviamente doteremo l’area di servizi igienici pubblici, panche ed arredi.
  • L’area sarà comunque dotata di impiantistica per supportare le feste all’occorrenza, ma non sarà più il suo principale scopo.

Questa è la nostra visione di uno spazio che sia anche in grado di attrarre visitatori dal Parco, e da lì il passo è breve per portarli a far conoscere il nostro bel centro storico con tutte le sue attività.